Hobiecat.it – Hobie way of life!

Raid dei Saraceni 2015 – Di Sandro Marino

Raid dei Saraceni, Pescara-Ortona-Pescara. Veleggiata in stile Hobie way of life!

Raid_Saraceni_2015_15Dopo alcuni rinvii dovuti a cause meteomarine ed organizzative, siamo finalmente giunti alla data del tanto atteso evento della stagione estiva della flotta pescarese di catamarani: il Raid dei Saraceni.

In uno scenario fantastico, con una leggera brezza di grecale ed il caldo sole di luglio, 6 equipaggi si sono dati appuntamento sabato di prima mattina al circolo velico situato presso lo stabilimento Barracuda di Pescara Nord, armati di tanta voglia di divertirsi e con la certezza di trascorrere due giorni in puro stile Hobie way of life.

Intorno alle ore 11:00 le imbarcazioni hanno lasciato la spiaggia: regolate le vele sull’andatura di lasco, le 15 miglia da coprire sono scivolate via velocemente e per gli equipaggi è stato davvero un piacere ammirare, da una prospettiva unica, la costa abruzzese. Pescara, Francavilla al Mare, Stazione di Tollo, Lido Riccio (qui, un veloce “pit stop”, a base ovviamente di birra, per ricompattare la flotta), quindi Ripari di Giobbe, Riccetta e alla fine Ortona, la Stalingrado d’Italia, come la definì Winston Churcill; queste le località che hanno fatto da sfondo alla veleggiata conclusasi in poco più di un’ora sulla sabbia bianca del Lido Saraceni.

Uno dopo l’altro i sei cats sono arrivati a colorare la spiaggia dell’antica Epineion (origine greca dell’odierna Ortona) ed hanno trovato ad accoglierli i tanti bagnanti incuriositi e affascinati dai catamarani per l’occasione.

L’intera giornata è trascorsa in spiaggia con i catamarani a farla da padroni assoluti: ci si è dilettati nel compiere dei giri nelle stupende calette vicine prima di tornare a terra per montare le tende direttamente sui trampolini dei cats. Al tramonto l’immancabile crew party con i famosi arrosticini e “sciabolata” finale di magnum spumante a coronamento della fantastica giornata .

Domenica mattina, la flotta è partita alla volta della città dannunziana di Pescara. Ad attendere i catters ancora una leggera brezza, questa volta di scirocco, quindi ancora favorevole per un’andatura portante: dopo un paio d’ore, tutte le barche erano di nuovo alle base velica.

Bravissimi tutti i partecipanti, una menzione particolare per Enrico, in primis, quindi Antonino e Vincenzo (spero di non dimenticare nessuno!!) che si sono tanto prodigati per l’organizzazione a terra.

A fronte di tanto colore, a rattristare questo w/e la notizia che PAOLO che ci ha lasciato purtroppo domenica sera. Un amante della Hobie way.

Siamo vicini a Marcello ed alla sua famiglia perché Paolo è uno di noi!!!

Rispondi

Background