Hobiecat.it – Hobie way of life!

5° Raduno Nazionale Jonico di KFI – Il report

Al via la 5° edizione della più importante manifestazione di kayak fishing nel panorama italiano, un evento ormai famoso che coinvolge appassionati provenienti da tutta Italia.

Come al solito, la genesi del raduno ha il suo via sulle pagine del forum Kayak Fishing Italia, che riunisce tantissimi yakers che possiedono lo stesso amore per il plasticone e per il mare.
Nel 2015 la manifestazione sembra partire più in sordina rispetto al solito, con una organizzazione semplice e minimale, ma che coinvolge ugualmente uno strabiliante numero di partecipanti.
Allo start del 14 giugno non sono presenti tutti gli iscritti che arriveranno man mano a colonizzare gli chalet del campeggio ospitante, magari solamente per 1-2 giorni!
Le prede target sono i grossi pesci di fondo come dentici e cernie, gli onnipresenti pesci serra e qualche pelagico come ricciole e tunnidi. Purtroppo i pesci tipici della traina di fondo latitano per tutto il raduno e gli unici 2 dentici vengono catturati da Alfredo Gigliotti (autore anche della cattura dell’unica cernia) e da Pierluigi Cantafio, con il suo fiammante Revolution 13 mod. 2015.
I serra invece collaborano discretamente e fanno la gioia di molti trainisti e di Pierluigi che li pesca a spinning.
Il meteo poi non è dei migliori, con vento persistente che limita di molto le uscite per motivi di sicurezza. Ma lo Jonio calabrese offre moltissime possibilità e in questa edizione arrivano le sorprese tanto cercate anche negli anni precedenti, costituite da diversi pesci spada di non grosse dimensioni, ma che catturati dal kayak acquistano un valore ben superiore al loro peso!
Cinque  catture in tutto effettuate con il vivo ad opera di Luca Anedda (il pesce più grosso su Hobie Revolution 13), Gionata Marini (Hobie Outback), Alfredo Gigliotti, Pierluigi Cantafio (sempre su Revolution 13-2015) e dal romano Francesco Mastropietro. Da un punto di vista tecnico, la novità più interessante è rappresentata sicuramente dalla nuova versione dei modelli Hobie 2015, con la nuova seduta e il nuovo sistema di pedali Mirage Drive, notevolmente più fluido del precedente ad attirare l’attenzione dei presenti.
Molto apprezzate le ulteriori migliorie introdotte dalla casa statunitense (clicca) che creano un vero solco rispetto alle edizioni passate. L’appuntamento è per il 2016 con la consapevolezza che questo splendido tratto di mare possa riservare ancora chissà quali sorprese!

Rispondi

Background