Hobiecat.it – Hobie way of life!

Francesco Porro su Hobiecat.it

Francesco Porro uno degli atleti di punta della Compagnia della Vela Roma di Matteo Nicolucci e Filippo Zumbo. Da anni in Hobiecat16 Spi e detentore di tanti successi con questo intramontabile catamarano Hobie.
Francesco o Checco?
Innanzi tutto volevo ringraziare Hobiecat.it per questa opportunitá. Fancesco, per gli amici intimi Checco.
Hai cominciato in Optmist, cosa ti ha spinto a passare al catamarano?
Per me e' stato importante fare vela fin dalla giovane età, partendo dall'Optimist, poi una piccola parentesi in Laser 4.7 e ritenendo di non essere adatto per caratteristiche fisiche ai singoli ho scelto il doppio ed il catamarano, guardandomi intorno ho scelto l'Hobiecat 16 Spi per le emozioni che trasmette, per l'Associazione di Classe che lo sostiene e per il dealer nazionale, Bolsena Yachting Sport, sempre presente. Elementi questi valutati proprio dalla provenienza da Classi forti nei numeri come l'Optmist ed il Laser. Consiglio ai piu' giovani di non perdere tempo e di scegliere la barca più congeniale alle proprie caratteristiche antropiche e al proprio gusto e divertimento… Per me l'Hobie 16 è stato e sarà sempre tutto questo.
Hai fatto il prodiere per qualche tempo e poi sei passato al timone, é stato propedeutico per te?
Importantissimo. È stato l'essere intercambiabile nei ruoli che mi ha permesso di conoscere meglio in modo globale questa barca, come ottenere la sinergia migliore per l'equipaggio, l'ottimizzazione delle risorse ed il miglior tuning. Esperienza questa maturata con Luca Marsaglia, che ringrazio, e con il quale ho condiviso tanti risultati. Porterò sicuramente con me il frutto di questo lavoro svolto in Hobie 16 in futuro.
Quali sono gli step per crescere su questo catamarano e quanto ha contato per te avere un allenatore di livello vicino?
Gli step per il successo in Hobie 16, per me sono questi:

  • cominciare divertendosi ed il divertimento con questo catamarano è assicurato, grazie oltre che per le sue caratteristiche, anche alla sua diffusione capillare a livello nazionale ed internazionale. Ambiente dove le regate sono sempre molto popolate e di alta qualitá. Mi è capitato spesso di regatare con equipaggi di fama internazionale, incontrando timonieri che hanno fatto la campagna olimpica.
  • metotologia del lavoro, continuitá ed impegno sono le parole chiave. Sicuramente il fatto di far parte di un gruppo numeroso, la Compagnia della Vela Roma dove oltre che atleti ho trovato tanti amici, aiuta. Ci si allena in grupo condividendo gli obiettivi. Ed essere stato seguito negli anni dal mio coach Matteo Nicolucci è stato il valore aggiunto. Questo ha garantito qualitá e successo dei risultati. Arrivati fin da subito per tutti i team della Compagnia della Vela Roma. Vorrei agiungere due parola per Matteo. A lui riconosco, oltre alla preparazione nel seguire un atleta di catamarano, anche la capacità assoluta di gestire un gruppo e nel gruppo i singoli. Incontrare un bravo coach è un elemento di sicura crescita per chi vuole fare dell'Hobie16 il mezzo per raggiungere dei risultati che siano amatoriali o professionistici.

Come presumibile passerai al catamarano olimpico. Pensi che l'Hobiecat 16 Spi sia l'eccellenza per approcciare a catamarani più evolutii?
In futuro il passaggio in Classe olimpica fará parte dei miei progetti, condivisi con una nuova prodiera in considerazione che la Classe è mixed. Ritengo che l'Hobie16 Spi, per i motivi sopradescritti, per la possibilità si confrontarsi tutti con un monotipo secco e per i costi di acquisto e gestione contenuti sia un ottimo inizio prima del passaggio a catamarani più tecnici. Direi fondamentale. Per questo posso dire che il mio convolgimento in Hobie 16 resterá, per continuare ad acquisire esperienza a livello internazionale, e per continuare a dare un contributo alla Classe che mi ha dato tante soddisfazioni.
Francesco ti ringrazio ed un'ultima domanda. Cosa rimane di tutti questi anni in Hobiecat?
Sono stati gli anni che mi hanno insegnato lo spirito della vela e dell'Hobie Way of Life. Sono stati gli anni della crescita, dell'esperienza e della consapevolezza e che tanto altro lavoro c'è da fare, spero e sicuro di essere sempre coadiuvato da Matteo e sostenuto dalla Compagnia della Vela Roma.

Francesco, Hobiecat.it ti ringrazia e continueremo a seguirti sui campi di regata.

Rispondi

Background