WildCat a Riccione

Nell'articolo precedente avete letto della prima giornata di regate della nazionale Formula18, organizzata dal 151 H2O Sports ASD di Riccione. Il secondo giorno il meteo si è ripetuto ed il vento ha soffiato forte sul campo di regata. Sono state misurate raffiche ben otre i 30 nodi alla partenza. Due prove disputate sempre con vento sopra i 25 nodi. Tanti ritiri e qualche rottura nelle barche.

Se si legge la classifica attentamente la due giorni di Riccione è stata dominata dai WIldCat sul campo, con Ferrari-Cesari, Bissaro-De Paoli e Ferraglia-Stella (questi ultimi due equipaggi con WildCat Bolsena Yachting Sport) sempre nelle prime 5 posizioni, ma tutti bloccati da un punteggio pieno (dnf o ocs nelle prove), e per colpa di un errore del Comitato di regata (boa del gate staccata) si è annullata la quarta prova che avrebbe inserito lo scarto e rimesso a posto la classifica. In questo modo i top team sono rimasti indietro, tanto che Ferrari-Cesari con un dnf (27 punti) terminano quinti.

La vittoria va a tre equipaggi gardesani "quasi" perfettamente a loro agio con "ventone". Merita una citazione particolare Ugo Ferrari che con i suoi 66 anni di età ha messo dietro tutti grazie alla sua esperienza in questa classe ed alla sua bravura (peccato la prima prova che avrebbe concluso secondo vincendo la regata, se non fosse stato per un incidente occorso a Lamberto) ma noi di hobiecat.it (e difficile sarà sconfessare questa affermazione) diciamo grazie anche alla prua fatta da Lamberto Cesari e dal WIldCat perfettamente messo a punto ed in sicurezza in queste condizioni al limite.

Bene anche i nostri 2 team che come detto sono stati penalizzati dalla mancanza dello scarto che, con il senno del poi, sarebbero entrambi andati a podio peccato che quando le condizioni meteo si erano stabilizzate le barche sono state mandate a terra con solo tre prove per la trasferta di Riccione, citazione anche per i giovanissi romani e appena entrati in F18 Francucci-Sardi che con grande controllo hanno timonato il loro WildCat nelle condizioni di vento forte portando a termine tutte e tre le prove con buoni risultati.

Al di là dell'agonismo, del divertimento e della regata, nella terza prova Annibale Bovenzi, timoniere e regatante sempre presente, durante una scuffia si è infortunato seriamente la caviglia. A lui va il nostro più sentito in bocca al lupo e un augurio di una velocissima riabilitazione per averlo in acqua al più presto, vai Annibale hobiecat.it e penso tutti i regatanti in questa splendida classe sono con te!

Questa la classiica finale:

 
 
P1
P2
P3
T
1
Vettori – Pinter
4
2
1
7
2
Lucchi – Montresor
3
5
3
11
3
Bocca – Lunz
7
4
7
18
4
Vaccari – Meoli
6
9
13
28
5
Ferrari – Cesari
DNF
1
2
31
6
Bissaro – De Paoli
2
OCS
4
34
7
Ruggeri – Cioni
8
16
10
34
8
Gavassini – Passina
10
12
12
34
9
Sorrentino – Pennati
BFD
3
6
37
10
Ferraglia – Stella
5
OCS
5
38
11
Radman – Lai
1
OCS
11
40
12
Monti – Bocchini
11
14
17
42
13
Francucci – Sardi
12
17
15
44
14
Mancini – Tinti
DNF
13
9
50
15
Citterio – Mortillaro
DNF
8
16
52
16
Camisotti – Baldazzi
9
15
DNF
52
17
Zoff – Camaur
13
11
DNF
52
18
Panella – Posa
DNF
6
DNC
62
19
Mazzini – Ciavatta
DNF
7
DNC
63
20
Fantasia – Lisignoli
BFD
OCS
8
64
21
Bovenzi – Polese
DNF
10
DNF
66
22
Ferri – Ferri
DNF
OCS
14
70
23
Di Traglia – Chiesa
14
DNF
DNS
70
24
Saragoni – Filippi
DNF
DNC
DNC
84
25
Cartolari – Lavadini
DNF
DNC
DNC
84
26
De Blasis – Pelliccia
DNF
DNC
DNC
84
27
Necchi – Bertolotto
DNF
DNC
DNC
84

Rispondi